Make your own free website on Tripod.com

Comitato Salute Pubblica Busalla


ATTO DI SIGNIFICAZIONE E DIFFIDA


I sottoscritti Consiglieri Comunali di Minoranza del Comune di Busalla, Giuliana Imperiale, Roberto Galvani e Giorgio Porcile

PREMESSO

- che a seguito della pubblicazione del Bando pubblico relativo al Patto Territoriale promosso dalla Provincia di Genova, numerose realtà imprenditoriali oltrechè Amministrazioni locali hanno aderito al Patto, richiedendo il finanziamento di iniziative produttive e di interventi infrastrutturali;

- che per quanto riguarda l'area del Comune di Busalla sarebbero stati dichiarati ammissibili, a seguito dell’istruttoria tecnica svolta da F.I.L.S.E. SpA e da Europrogetti & Finanza SpA, gli investimenti proposti dalla ditta DEUTRA SpA, relativi ad un investimento complessivo di Lire 15 miliardi e per un onere a carico dello Stato di Lire 4.599,15 milioni, per il potenziamento della struttura impiantistica con messa in funzione di un impianto di cogenerazione, con una occupazione aggiuntiva a regime di n. 2 unità, e da IPLOM SpA con un investimento complessivo di Lire 30 miliardi, per il rinnovamento degli impianti esistenti, l’incremento delle performances e la realizzazione di un nuovo impianto di produzioni per bitumi, con un contributo a carico dello Stato di Lire 4.659,28 milioni ed una occupazione aggiuntiva di 3 unità;

- che inoltre il Comune di Busalla ha richiesto il finanziamento per un programma d’investimento di Lire 500 milioni, per la realizzazione di aree di parcheggio per automezzi e lavori di completamento della strada al servizio della zona industriale in località Fontanelle, evidenziando nella propria istanza 7 aprile 2000 che "potranno beneficiare delle nuove infrastrutture in argomento per la particolare attività .... trasporti di oli minerali in cisterne la Società IPLOM e Deutra che necessitano la percorribilità di strade con trasporti eccezionali fuori sagoma e la possibilità di parcare per diverse ore anche notevoli afflussi di vettori";

- che nel frattempo è stato adottato dalla Provincia di Genova il Piano territoriale di Coordinamento, che in merito alla nuova configurazione del sistema ambientale, produttivo e infrastrutturale di Busalla, ed in particolare per quanto attiene le aree IPLOM ubicate in località Sarissola, le medisime peraltro dove si trovano anche gli impianti di Deutra SpA, indica quali obiettivi "la sostituzione anche per successive fasi di attuazione, dell’insediamento produttivo ad alto impatto ambientale dell’attuale raffineria IPLOM, con altri insediamenti produttivi compatibili con il contesto urbano circostante, da accompagnarsi con una generale riorganizzazione del sistema infrastrutturale e dei servizi";

- che in data 26 marzo 2001 in Consiglio Comunale di Busalla ha confermato le previsioni del PTC.

Tutto quanto sopra premesso e considerato:

- che le richieste di finanziamento dirette al consolidamento ed al potenziamento delle attività produttive, con un incremento occupazionale irrisorio rispetto alla misura dei finanziamenti richiesti, si pongono in stridente contrasto sia con le finalità del Piano, il cui obiettivo primario è quello di garantire un significativo sviluppo occupazionale, che con le indicazioni del ricordato Patto territoriale di Coordinamento, nella parte in cui prevede la delocalizzazione delle attività produttive ad alto impatto ambientale;

DIFFIDANO

il Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica, in persona dei Ministro pro-tempore, nonchè per quanto di competenza la Regione Liguria, la Provincia di Genova, il Comune di Busalla, la F.I.L.S.E. SpA e la Europrogetti & Finanza SpA, presso le rispettive sedi, a provvedere alla erogazione dei finanziamenti richiesti da Deutra SpA e IPLOM SpA nell’ambito del Patto Territoriale di Genova e delle Valli del genovesato, sotto pena delle azioni meglio viste per il risarcimento del danno erariale che sarebbe conseguente all’impiego di risorse pubbliche a favore di insediamenti produttivi di cui gli strumenti urbanistici prevedono la sostituzione.

A tal fine il presente atto viene altresì trasmesso alla competente Procura Regionale della Corte dei Conti.

Busalla, 21 Aprile 2001


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 09 Agosto 2001